Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Galleria Video

Parco Nazionale dell'Asinara

Sistema Aree Protette - Parco Nazionale dell'Asinara
  Sistema Aree Protette - Parco Nazionale dell'Asinara  
Punta estrema della Sardegna nordoccidentale, l'isola dell'Asinara è da pochi anni diventata una meta turistica, nel pieno rispetto degli straordinari valori naturali che la caratterizzano. Può essere visitata dal mattino alla sera con le imbarcazioni appositamente previste che salpano da Stintino, località turistica a breve distanza dall'aeroporto di Alghero, e dall'imbarco dei traghetti di Porto Torres.

L'isola è circondata da scogli insidiosi e da un mare spesso tempestoso. Per questo motivo, nel passato, è stata abitata da piccole comunità di monaci eremiti, poi è diventata sede di un lazzaretto e infine di una colonia penale: nessuno poteva accedervi fino al 1997, quando il penitenziario è stato chiuso per dar vita al più straordinario parco nazionale del mondo, che include anche un'importante area marina protetta.

Il parco nazionale si estende per più di 5300 ettari di terra ferma, fra macchia, pascoli e piccole zone umide, mentre l'area marina protetta interessa una superficie di quasi 11 mila ettari e un tratto di costa esteso per 110 chilometri, dove si alternano spiagge di finissima sabbia bianca e imponenti scogliere di credito, accessibili solo gli uccelli marini che vi fanno il nido.

Accanto ai marangoni dal ciuffo, campioni di pesca subacquea, che annidano fra le rocce dardeggiate dal sole, nidificano i gabbiani corsi, una rara specie esclusiva del Mediterraneo, caratterizzata dal becco rosso come il corallo e dal tipico richiamo rauco.

La macchia mediterranea offre un magro pascolo non solo agli animali selvatici come i mufloni, ma anche ad una popolazione ormai auto-sufficiente di asini, che vivono liberi. Fra questi ci sono gli asinelli bianchi, tipica razza dell'Asinara oggi rigorosamente protetta.

Grazie all'isolamento del passato i fondali dell'Asinara sono ancora ricchi di tesori naturali, dai coralli e dalle gorgonie che si sviluppano su massi di granito, dove abitano cernie di dimensioni colossali, ai prati sommersi di posidonia, rifugio di cavallucci marini e altri tipici abitanti del Mediterraneo.
Scarica l'audio

Aree Naturali

Torna al Parco Nazionale

logo modus logo poligrafico logo mef