Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Galleria Video

Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano

Sistema Aree Protette - Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni
  Sistema Aree Protette - Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e degli Alburni  
Nella parte più meridionale della Campania, interamente in provincia di Salerno, il Parco Nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni unisce paesaggi montani selvaggi e disabitati a incantevoli tratti costieri.

Il Parco Nazionale del Cilento è uno dei maggiori d'Italia per estensione, poiché copre più di 180 mila ettari ai quali si sommano 140 mila ettari di aree di rispetto: è una vera e propria regione nella regione, una parte della Campania assolutamente unica non solo per la tormentata orografia, ma anche per gli usi e le abitudini della popolazione, distribuita in 80 comuni con innumerevoli frazioni perse fra i monti, composte anche da poche case di pietra.

Pastorizia e agricoltura sono le principali attività delle genti cilentane, ma non mancano anche le imprese artigiane e le strutture turistiche.

L'isolamento dell'area ha permesso di conservare un patrimonio naturale di incalcolabile valore, che gli scienziati stimano in 1800 specie di piante, di cui almeno 180 sono endemiche, cioè esclusive della zona: fra queste le orchidee selvatiche e le rare campanule rupestri.

Vive ancora in queste montagne il lupo che negli ultimi anni, con l'incremento della fauna selvatica, ha ridotto la sua pressione sul bestiame allevato allo stato brado.

La grande fauna include anche l'aquila reale, che dà la caccia alle coturnici. Il vanto maggiore del comprensorio è comunque la presenza della lontra, che conta qui la sua popolazione italiana più importante.
Scarica l'audio

Aree Naturali

Torna al Parco Nazionale

logo modus logo poligrafico logo mef