Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Galleria Video

Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena

Sistema Aree Protette - Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena
  Sistema Aree Protette - Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena  
5.000 ettari di rocce granitiche, ammantate di macchia mediterranea e spazzate dal vento, e 15 mila ettari di spazio marino protetto, fanno del Parco Nazionale dell'Arcipelago di La Maddalena una delle più importanti aree protette del Mediterraneo.

L'arcipelago di fronte alle coste della Gallura prende il nome dall'isola più grande e include anche la boscosa Spargi, le rocciose Spargiotto, Razzoli, Budelli, Santamaria e la solitaria Caprera: in questo tratto di mare si creano delle condizioni particolari per la presenza dei delfini. Qui la corrente marina scorre velocemente e trasporta con sé sgombri sardine, tonnetti, che non mancano di attirare i predatori come i tursiopi e le stenelle.

Le isole ospitano al loro interno la tipica vegetazione mediterranea; la fauna è rappresentata da poche specie terrestri e da una eccezionale varietà di uccelli marini, fra cui il marangone dal ciuffo e il gabbiano corso. Insieme ad essi anche la berta maggiore, lontano parente degli albatros.

I fondali offrono spettacoli suggestivi, e anche a pochi metri di profondità si possono incontrare aragoste e grandi formazioni di gorgonie e celenterati sessili di varie specie, che danno origine ad una ricca comunità coralligena.
Scarica l'audio

Aree Naturali

Torna al Parco Nazionale

logo modus logo poligrafico logo mef