Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Galleria Video

Area marina protetta Torre Guaceto

Sistema Aree Protette - Area Marina Protetta Torre Guaceto
  Sistema Aree Protette - Area Marina Protetta Torre Guaceto  
Pochi chilometri a nord di Brindisi, l'area marina protetta di Torre Guaceto unisce la spettacolarità dei fondali marini, ricchissimi di vita, con un interessante ecosistema terrestre, costituito dalla duna coperta di macchia mediterranea e dalla palude di acqua dolce, di interesse internazionale.

Divisa amministrativamente fra i comuni di Brindisi e di Carovigno, l'area marina protetta di Torre Guaceto si estende per più di 2200 ettari, protegge più di otto chilometri di costa e al suo interno ha riserve integrali per circa 180 ettari.

La duna costiera si sviluppa a partire da Punta Penna Grossa, con un'interessante vegetazione di cespugli sempreverdi, particolarmente ricchi di fioriture nella stagione primaverile. Alle spalle della duna si estende la palude d'acqua dolce, alimentata da sorgenti sotterranee che creano un piccolo ma lussureggiante ecosistema: i canneti crescono fittissimi e danno ospitalità molte specie di uccelli acquatici, testuggini palustri e altri rappresentanti della fauna.

La linea di costa è composta in parte da una lunga spiaggia ad arco di sabbia e minuscoli gusci di conchiglie. In un tratto la sabbia cede il posto alla formazione delle calcareniti, tipica di questo tratto della costa salentina, formando una linea frastagliata di sporgenze e baie.

Un tuffo nell'acqua cristallina rivela un fondale inciso da profondi canyon, nei quali si abbarbicano gorgonie e alghe e vivono i pesci di maggiori dimensioni; e poi verdi praterie di posidonia, punteggiate dalle macchie giallo solforino delle spugne.
Scarica l'audio

Aree Naturali

Torna al Parco Nazionale

logo modus logo poligrafico logo mef