Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Pubblicazione Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

La biodiversità nel piatto

Copertina Pubblicazione 205
Il patrimonio agroalimentare del Parco: prodotti tipici, di antiche varietà colturali e produzioni locali, di razze di bestiame autoctono. Tradizione agroalimentare che conta molti prodotti di pregio: lo zafferano dell’Aquila, i fagioli, le cicerchie e i legumi dell’area aquilana, i marroni e il farro della Laga, le carni, le ventricine, i formaggi, i mieli e tante altre produzioni di valore. Il riconoscimento del Canestrato di Castel del Monte, del Pecorino di Farindola, della Mortadella di Campotosto e della Lenticchia di Santo Stefano di Sessanio, quali “Presidi” Slow Food, rappresenta un’ulteriore testimonianza della qualità dei prodotti del Parco e del valore delle pratiche agricole e zootecniche che costituiscono la tradizione gastronomica dell’area protetta.

Editore: Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga
Anno: 2013

Scarica: La biodiversità nel piatto

Aree Naturali

Torna al Parco Nazionale

logo modus logo poligrafico logo mef