Val al contenuto
foto
foto
foto
foto
foto
foto
foto

Gli itinerari GPS nei parchi

02/08/2014
foto News 59

Il GPS (Global Positioning System) è un sistema di orientamento mondiale che permette di calcolare la propria posizione, in ogni istante e con uno scarto di pochi metri, grazie ai navigatori satellitari. Ultimamamente vi è stata una crescita esponenziale degli strumenti disponibili per il pubblico: navigatori satellitari per la nautica, la circolazione automobilistica e, grazie ai progressi nella miniaturizzazione dei componenti, anche per le escursioni nella natura.
I sentieri, anche quelli più frequentati, non sono ancora digitalizzati per i GPS, e per di più bastano a volte pochi metri di roccia, o un bosco particolarmente fitto, per oscurare il segnale dei satelliti rendendo meno precise o inefficaci le operazioni di orientamento del GPS. Ciò nonostante, un tracciato GPS, soprattutto se validato dall'Ente Parco, può essere un ulteriore modo per avvicinarsi alle aree protette, potendo contare sulle segnalazioni ed annotazioni intermedie che lo stesso Ente ha voluto predisporre lungo il percorso.
Il mercato offre numerosi apparecchi portatili che permettono di conoscere con facilità la propria posizione, e sui quali è possibile 'travasare' i files disponibili per un download gratuito.

Percorsi disponibili

  • Parco Adamello Brenta (Lago di Tovel)

Per scaricare le tracce GPS: http://www.parks.it/gps/index.html

FONTE: Parks.it

Tag : gps, aree protette,
Vai all'archivio
logo modus logo poligrafico logo mef